HomeAL XXVI CONGRESSO ANNUALE DELLA SOCIETÀ CHIMICA ITALIANA, DIVISIONE DI CHIMICA FARMACEUTICA, NERVIANO MEDICAL SCIENCES HA PRESENTATO LE SUE ATTIVITA’ DI RICERCA NELL’AMBITO DEGLI ANTICORPI CONIUGATI CON CITOTOSSICI.

AL XXVI CONGRESSO ANNUALE DELLA SOCIETÀ CHIMICA ITALIANA, DIVISIONE DI CHIMICA FARMACEUTICA, NERVIANO MEDICAL SCIENCES HA PRESENTATO LE SUE ATTIVITA’ DI RICERCA NELL’AMBITO DEGLI ANTICORPI CONIUGATI CON CITOTOSSICI.

Milan, 22.07.2019

Nerviano Medical Sciences ha partecipato attivamente al XXVI incontro annuale della Divisione di Chimica Farmaceutica della Società Chimica Italiana (SCI) tenutosi a Milano tra il 16 e il 19 Luglio, nella suggestiva sede dell’Università Statale, presso la “Cá Granda”.

 

Durante lo svolgimento del programma scientifico, organizzato in due sessioni parallele, un ricercatore del Campus nervianese ha presentato in una comunicazione orale il processo di ricerca che ha portato all’individuazione di NMS-P945, un farmaco proprietario basato su un derivato tienoindolico, adatto alla produzione di anticorpi coniugati.

La presentazione ha suscitato molto interesse in quanto, oltre ad illustrare il processo di sintesi asimmetrica del principio attivo, i relativi dati biochimici e i promettenti risultati ottenuti in modelli preclinici, ha permesso di presentare un innovativo approccio di ricerca, ancora poco conosciuto in Italia, dedicato allo sviluppo di nuovi farmaci oncologici.

 

Nerviano Medical Sciences è impegnata da diversi anni nel cercare di limitare la mancanza di selettività di agenti citotossici attraverso il loro accoppiamento ad anticorpi per formare un “ Antibody-Drug Conjugate” (ADC) che riconosca in modo specifico un antigene target espresso sulla superficie cellulare che sia unico o espresso a più alto livello nelle linee cellulari tumorali piuttosto che nei normali tessuti.
I “drug-linker”creati nel Centro di ricerca, infatti, hanno un meccanismo d’azione innovativo e peculiare (legame al DNA e alchilazione) e rappresentano il perfetto equilibrio fra un’alta potenza citotossica e la coniugabilità.

Questo approccio rappresenta una delle piattaforme del centro nervianese dedicate alle nuove terapie mirate, che comprendono un insieme di tecnologie, conoscenze, molecole, modelli sperimentali e brevetti e che permettono di sviluppare farmaci innovativi e altamente efficaci.