Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

News

Nerviano Medical Sciences presenta un'estesa caratterizzazione genomica del CORDOMA

Nerviano, Italia 7 Novembre 2017 - Appena pubblicati su un'importante rivista scientifica e presentati all’EMBL Conference in corso a Heidelberg, in Germania, i risultati di un’estesa caratterizzazione del profilo genetico del cordoma, un raro tumore maligno localmente aggressivo ed invasivo, che rappresenta l’1-4% dei tumori ossei e si localizza lungo la colonna vertebrale, principalmente nella base cranica e a livello del sacro.

L’attività dei ricercatori di Nerviano è stata condotta in collaborazione con la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, centro di riferimento a livello europeo per questa patologia, che ha fornito un campione di tessuto ottenuto dal tumore di un paziente affetto da cordoma sacrale, accertato istologicamente presso l'Istituto.

Le cellule di cordoma (Chor-IN-1) sono state quindi stabilizzate e rese adatte a crescere in laboratorio e, successivamente, analizzate a livello genomico in parallelo con altre linee rappresentative di questo tumore, raccolte e messe a disposizione dall’associazione americana dei Pazienti cordoma denominata ‘Chordoma Foundation’ (https://www.chordomafoundation.org/).

Il completamento di questa fase rappresenta un ulteriore traguardo del gruppo di ricerca di Nerviano di particolare rilevanza scientifica. La conoscenza di questo tumore e la conseguente ricerca di nuove terapie farmacologiche efficaci sono state, infatti, ampiamente limitate in passato dalla rarità della malattia e anche dalla scarsa disponibilità in tutto il mondo di linee cellulari di cordoma su cui testare nuovi candidati farmaci.

La linea Chor-IN-1 rappresenta, ora, un tool di ricerca che verrà messo a disposizione di tutti i ricercatori interessati attraverso la Chordoma Foundation. La stabilizzazione della linea è il risultato dell'alto livello di esperienza di Nerviano Medical Sciences, che attualmente dispone di una banca di oltre 700 linee cellulari rappresentative delle diverse patologie tumorali.

Le metodiche di Next Generation Sequencing applicate al DNA e RNA hanno, poi, permesso un'analisi ed un’estesa caratterizzazione delle varianti genetiche, dei riarrangiamenti cromosomici e dell'espressione delle chinasi delle diverse linee di cordoma e rappresentative di questa malattia.

Da questa fotografia sarà ora possibile identificare dei candidati target di nuove terapie farmacologiche, che potranno essere testate sulle nuove linee di cordoma e sviluppate con l’approccio della medicina personalizzata.

November 6, 2017, 13.45-15.45 - EMBL Conference, Heidelberg, Germany
“Genomics and pharmacological characterization of a chordoma cell line panel including the newly established Chor-IN-1”
https://www.embl.de/training/events/2017/CAN17-01/

“Establishment and genomic characterization of the new chordoma cell line Chor-IN-1.”
Bosotti R, Magnaghi P, Di Bella S, Cozzi L, Cusi C, Bozzi F, Beltrami N, Carapezza G, Ballinari D, Amboldi N, Lupi R, Somaschini A, Raddrizzani L, Salom B, Galvani A, Stacchiotti S, Tamborini E, Isacchi A.
Sci Rep. 2017 Aug 23;7(1):9226. doi: 10.1038/s41598-017-10044-3.
PMID: 28835717
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28835717


Interim Analysis of Ignyta's Entrectinib Suggests Potential Best-in-Class Profile as a First-Line Targeted Therapy in Patients With ROS1-Positive...
San Diego, October 17th 2017 - Ignyta, Inc. - Interim Analysis of Ignyta's Entrectinib Suggests Potential Best-in-Class Profile as a First-Line Targeted Therapy in Patients With ROS1-Positive Non-Small Cell Lung Cancer
Read


FDA Grants Orphan Drug Designation to Trovagene's PLK1 Inhibitor, PCM-075, for the Treatment of Acute Myeloid Leukemia (AML)
San Diego, October 9th 2017 - Trovagene, Inc. (NASDAQ: TROV), a precision medicine biotechnology company, today announced that the U.S. Food and Drug Administration (FDA) granted an orphan drug designation to PCM-075 for the treatment of patients with acute myeloid leukemia (AML) on September 28, 2017. PCM-075 is an oral, highly-selective adenosine triphosphate (ATP) competitive inhibitor of the serine/threonine Polo-like Kinase 1 (PLK1) enzyme, which appears to be over expressed in several different hematologic malignancies and solid tumor cancers."
Read


'Open Day Open Science', nel campus di Nerviano un evento dedicato agli studenti in occasione della Biotech Week

Nerviano, 19 Settembre  Nerviano Medical Sciences parteciperà alla prossima Biotech Week, la settimana di eventi e manifestazioni dedicati al settore delle biotecnologie, con un evento dedicato agli studenti delle scuole superiori. L'iniziativa ha l’obiettivo di celebrare il ruolo chiave di queste tecnologie e i successi della ricerca.

"E' un orgoglio essere parte di questa iniziativa mondiale, - ha commentato il Dr. Agazzi - che nel 2015 ha ottenuto la “Medaglia del Presidente della Repubblica” quale premio di rappresentanza e quest’anno gode del patrocinio del Senato della Repubblica. Per questa edizione abbiamo pensato di aprire le porte del Campus agli studenti per l'importanza che riconosciamo al mondo della Scuola e l'interesse e curiosità che da sempre I ragazzi riservano alla attività del Centro. Inoltre, - conclude Agazzi - siamo lieti e orgogliosi di partecipare a questa inziativa insieme a diversi partner istituzionali quali l'Associazione europea delle imprese biotech che l'ha lanciata una decina di anni fa in Canada, EuropaBio che l'ha importata nella Comunità Europea nel 2013 in occasione del 60° anniversario della scoperta della struttura DNA e Assobiotec che la coordina a livello nazionale."

Di seguito il programma completo della manifestazione.


ebw programma


Trovagene Announces Manufacturing Agreement with NerPharMa for Supply of PCM-075 for AML Trial
San Diego 29 giugno 2017 - Trovagene, Inc. (NASDAQ: TROV), a precision medicine biotechnology company, today announced it has executed a supplier agreement with NerPharMa, S.r.l., a pharmaceutical manufacturing company and a subsidiary of Nerviano Medical Sciences S.r.l., in Milan, Italy, to manufacture drug product for PCM-075.
Read



Dalla ricerca italiana contro il cancro alla sperimentazione mondiale: i dati che comprovano l' efficacia del farmaco appena pubblicati su 'Cancer Discovery'

Milano, 9 Febbraio 2017 – Nuovi dati confermano l’efficacia, per diversi tipi di tumore, del farmaco “made in Italy” entrectinib, una molecola nata dalla ricerca italiana del Centro Ricerche di Nerviano e per il quale lo sviluppo clinico era stato avviato al Niguarda Cancer Center e all'Istituto Nazionale dei Tumori, per poi essere espanso su scala mondiale grazie all'azienda farmaceutica americana Ignyta.
È di oggi, infatti, la pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica Cancer Discovery che descrive i risultati ottenuti in due sperimentazioni cliniche di fase 1 (il primo passo dello sviluppo clinico di un farmaco in pazienti con tumore) che hanno coinvolto centri ospedalieri dell'area asiatica, europea e americana.
Primi firmatari del lavoro sono Salvatore Siena, Direttore del Dipartimento di Ematologia e Oncologia di Niguarda, e Filippo de Braud, Direttore del Dipartimento Oncologico dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano - entrambi professori di Oncologia Medica dell’Università Statale di Milano, seguiti dai colleghi del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York.

 
Lo studio raccoglie i risultati dei due trial condotti su un totale di 119 pazienti. Dei 25 casi che mostravano le caratteristiche idonee per la terapia a base di entrectinib il 79% ha risposto al trattamento, evidenziando inoltre un ottimo profilo di tollerabilità. Nello specifico per i 3 pazienti con riarrangamenti dei geni NTRK1/2/3 (tumore del polmone non a piccole cellule –NSCLC-, carcinoma delle ghiandole salivari -MASC e tumore colon retto) il tasso di risposta alla terapia è stato del 100% con una completa scomparsa delle metastasi cerebrali per il paziente in terapia per NSCLC.
 
Il farmaco, che viene somministrato per via orale, è un esempio di medicina di precisione e svolge un’azione mirata contro una serie di bersagli molecolari - i geni NTRK1/2/3, ROS 1 e ALK - che vengono attivati in tumori di diversi tipi istologici. Lo studio pubblicato da Cancer Discovery indica che entrectinib è ben tollerato e induce buone risposte cliniche per un'ampia gamma di tumori che presentano le alterazioni “bersaglio” del farmaco, e che comprendono sottopopolazioni del tumore del polmone non a piccole cellule, il tumore del colon retto, il carcinoma delle ghiandole salivari, il melanoma e il carcinoma renale. Gli effetti sono stati rilevati già dopo 4 settimane di terapia e il paziente che mostra la risposta più prolungata è in trattamento con il farmaco da oltre 2 anni e mezzo con benefici che tuttora continuano.

Il farmaco, inoltre, grazie alla sua capacità di attraversare la barriera emato-encefalica, si è dimostrato efficace anche per trattare quei pazienti in cui il tumore conduce alla formazione di metastasi cerebrali. Entrectinib, attualmente in fase 2 di sperimentazione clinica, è ad oggi il primo farmaco inibitore di TRK che ha alle spalle un’evidenza clinica di attività, con risultati già pubblicati, per il tumore del polmone non a piccole cellule e i tumori cerebrali.

Questi risultati positivi delineano le potenzialità di entrectinib come terapia per pazienti con tumori che presentano i bersagli molecolari TRK e ROS-1 - sottolinea Salvatore Siena, primo autore della ricerca, Direttore del Dipartimento di Ematologia e Oncologia del Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano e Professore dell’Università degli Studi di Milano - Guardiamo con molta attenzione al nuovo farmaco, che per la sua versatilità si è dimostrato efficace per tanti tipi di tumori e in grado di agire sulle neoplasie cerebrali”.

Va considerato che per la prima volta - precisa Filippo de Braud, autore principale della stessa ricerca, Direttore del Dipartimento Oncologico, dell’Istituto Tumori di Milano e Professore dell’Università degli Studi di Milano – una sperimentazione di fase I ha portato a voler sviluppare un farmaco in un basket trial su tumori diversi basandosi sulle loro caratteristiche molecolari e non sull'istologia. Tutto ciò è entusiasmante ed estremamente innovativo perchè ci stiamo spostando da una classificazione istologica ad una molecolare per terapie sempre più efficaci”.

Siamo orgogliosi che un farmaco nato nei nostri laboratori – conclude Elena Ardini, responsabile presso Nerviano Medical Sciences del progetto che ha scoperto entrectinib - stia rapidamente avanzando nel percorso di sviluppo, dando ai pazienti i benefici attesi sulla base delle ipotesi molecolari.”

 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

Nerviano Medical Sciences

Nerviano Medical SciencesCuore innovativo del Group impegnato ad individuare nuove strategie terapeutiche e a ricercare e sviluppare nuovi farmaci, per disegnare il futuro dell'oncologia.

www.nervianoms.com

Accelera

AcceleraUna realtà di ricerca preclinica italiana di qualità riconosciuta e certificata, offre servizi integrati di alto livello, con affidabilità dei risultati e loro accettabilità internazionale.
www.accelera.org

Clioss

CliossPartner internazionale per la strategia e la gestione dello sviluppo clinico, a partire dal First-Time-In-Man, collabora con i più riconosciuti e qualificati istituti di ricerca.

www.clioss.com

NerPharMa

NerpharmaKnow-how consolidato e massimi standard qualitativi applicati all’oncologia caratterizzano i servizi offerti: dalla formulazione, alla registrazione e produzione del principio attivo.
www.nerpharma.com

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata NMS Group e le società controllate utilizzano cookies, anche di terze parti.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra  
Cookie Policy.